mag
29
2016

Prospettiva inversa, essere Comunione e non possesso

   In questa domenica, solennità del Corpus Domini, stiamo a meditare una pagina evangelica a noi molto cara (Lc 9, 11 – 17) e che viene a darci le coordinate per intendere la portata della Missione di evangelizzazione che la nostra Fraternità ha condiviso negli anni.

È conferma, la celebrazione di oggi, che il cuore di Gesù viene ad incontrare i desideri umani e ad orientarli dando loro significato.

A volte, infatti, ci sorprendiamo girovaghi nel cammino della vita, incapaci di dare direzione e di mantenere quanto precedentemente intuito. È così che l’umanità sperimenta frustrazione, senso di impotenza, ripiegamento e, nel peggiore dei casi, fuga dalla realtà!More...

nov
15
2015

Il coraggio della Speranza

        La follia omicida di un gruppo di terroristi viene ancora una volta a ferire, è grande il dolore nel vedere le scene di fuga di gente che scioccata cercava di mettersi in salvo. Quanta barbarie nell’agire dell’uomo, quanto male può abbuiare la dignità di un individuo. Ma il male non può sopraffarci, il timore non può prendere il timone della nostra storia, la paura della morte non può dominare il valore della propria vita.More...

set
6
2015

Quale Parola nutre la tua vita?

        È straordinario il gesto compiuto da Gesù quando gli portarono un sordomuto (Mt 7, 31 – 37) chiedendo di imporgli le mani. L’intervento di Gesù è descritto nei particolari: “Guardando verso il cielo, emise un sospiro e gli disse: Effatà, cioè: Apriti! E subito gli si aprirono gli orecchi, si sciolse il nodo della sua lingua e parlava correttamente”.

       Quell’uomo era impedito nell’ascolto e nella parola cioè nell’accogliere e nel restituire, attraverso il proprio alito, la parola.More...

giu
7
2015

La Rivelazione che passa dalla Strada

   Il titolo della prossima Missione di Strada che vivremo a Mondello FA’ MIGLIA CON NOI ben si addice alla Solennità che celebriamo oggi, domenica Corpus Domini, quando la Celebrazione Eucaristica avrà prosieguo nella Processione per le vie della Città come a dire che la strada quotidiana è il luogo in cui vivere il Mistero celebrato. Lo annunciamo al mondo, certo, ma questo ha valore in primo luogo per noi cristiani che troppo spesso smarriamo la nostra identità di Corpo di Cristo.

        È bello saperci riuniti per le vie in processione con il nostro Signore, è Lui che guida il cammino reggendo il timone della sua Chiesa. Ma abbisogna di discepoli questo itinerario, affinché il Corpo di Cristo possa tornare a spezzarsi ogni giorno fino a raggiungere le estremità della terra.

         Come essere lievito altrimenti? Come dare luce se non attraverso una condivisione piena della Comunione ricevuta?More...

gen
6
2015

Epifania: sentire la vita quale scoperta di un Dono.

   Il Vangelo di oggi, Solennità dell’Epifania del Signore, ci appare con un fascino particolare: quello del Natale che incrociando il cammino dell’umanità chiede di entrare nella logica del Dono.
       I primi testimoni di questo crocevia, divino e umano, sono proprio i Magi, uomini che dall’oriente si spingono avanti alla ricerca della Luce, quella vera. Anche a loro non bastano gli astri, non sono fermi alle luci che illuminano il mondo ma scrutano i segni per andare oltre ed abbeverarsi alla sorgente dell’esistenza. Ci rendiamo ben conto, con loro, che le tante soddisfazioni della vita non riescono ad estinguere la profonda nostalgia del Bene, si tratta di un desiderio che solo l’incontro con il Signore può colmare. More...

dic
25
2014

Natale è chiamata a custodire la Vita

    La celebrazione del Natale a primo acchito ci rimanda proprio alla responsabilità che abbiamo delle reciproche vite, ciascuno chiamato a custodire la vita altrui. Gesù sarà custodito prima di tutto da Maria e Giuseppe e, al contempo, Lui custodirà tanti che incontrerà lungo il cammino fino a donarsi dalla Croce all’umanità intera.
Il pensiero torna, questa sera, al presepe di Betlemme, cioè a quel luogo definito da un recinto come una mangiatoia o una greppia, l’unico luogo ove trovò posto e custodia il Figlio di Dio che veniva nel mondo.More...

lug
22
2014

MdS al GiffoniFilmFestival

       Per tutta la settimana un gruppo di Missionari di Strada sta condividendo con  migliaia di ragazzi l'esperienza del GiffoniFilmFestival, quest'anno incentrata sul Be Different. Giornate intense ove alla visione dei film segue la riflessione e lo scambio all'interno della fraternità itinerante e, la sera, l'adorazione eucaristica aperta a tutti.

         Certamente è un'esperienza diversa dalla Missione di strada così come siamo abituati a vivere nelle spiagge delle località balneari della Sicilia, ma è un'occasione altrettanto ricca di stimoli e che ci aiuta a ripensare il nostro essere in cammino con i giovani.

             La mission dei MdS ci riporta ad un ateggiamento di continua ricerca ed ascolto del contesto della missione che, di volta in volta, si rinnova perchè diverso da precedente. In questo atteggiamento di ascolto i ragazzi e gli adolescenti hanno un particolare spazio proprio perchè a loro, oltre che alle famiglie, è rivolto l'Annuncio e la proposta della scoperta evangelica. Loro, infatti, iniziano a coltivare un sogno, un progetto di vita ma, prima ancora, devono darsi il permesso di scoprirlo, devono sentirsi sostenuti in questa ricerca.

              I film in visione così come il dibattito che ne segue, ci permettono di apprendere il modo pensare e di leggere la realtà da parte dei ragazzi. Questa si rivela una preziosa occasione per incarnare l'Annuncio a partire dall'Incontro. Gesù mostra ai suoi discepoli come il riconoscimento dell'interlocutore è prioritario e premessa alla relazione di fede. Quale Annuncio se prima non c'è relazione?

lug
19
2014

Dal superficiale al profondo

      “Dal superficiale al profondo” potremmo intitolare così il tema biblico di questa Domenica, come a dire che la Parola chiede il passaggio dall’apparente al nascosto. È l’itinerario cristiano che va dal buio della menzogna alla Luce della Verità. Dio, infatti, dà il senso delle cose, dà un perché nuovo e può sempre orientare la vita al Bene anche se essa è stata segnata dall’esperienza di peccato.
        La Parabola della zizzania racconta di come il male viene seminato dal nemico nel sonno, in un secondo momento perché in principio c’è solo il Bene. Già in questo passaggio cogliamo una denuncia: perdere lo stato di vigilanza equivale a far crescere la zizzania. Tornano in mente le parole di Paolo alla Comunità di Roma (Rm 13,11): “È tempo di svegliarvi dal sonno”. Come a dire che l’atteggiamento del cristiano è l’esser desti e, pertanto, sempre in cammino. Ogni Annuncio è come l’esperienza battesimale, cioè l'invito ad uscire dall’acqua e a mettersi in cammino abbandonando lo stato di prima, come il popolo d’Israele che abbandona lo stato di schiavitù attraversando il Mar Rosso fidandosi di Dio, della sua promessa di salvezza.More...

giu
27
2014

La gioia dell'Incontro

       I Missionari di Strada ieri sera hanno animato la veglia di preghiera in occasione del centenario di fondazione del Monastero Sacro Cuore di Alcamo. Continua il cammino di condivisione tra i Missionari e le Clarisse, scandito dal consolidato appuntamento con la Veglia per la Pace la notte di capodanno. Durante la Veglia l’ascolto della Parola ha favorito l’adorazione eucaristica ed in particolare il passo del Vangelo di Luca (24, 13ss) sui discepoli diretti verso Emmaus è risuonato nella preghiera.
        “In quello stesso giorno”, così inizia il racconto. Nel Vangelo, dopo la Resurrezione, c’è un solo giorno, il tempo ora è illuminato da una Luce nuova ci muoviamo partendo da un’esperienza, la vita nuova donata dall’Evento pasquale, e andiamo verso una meta la Comunione piena don Dio. Ci rendiamo conto come il tempo da noi tutti possa comunque essere vissuto andando verso una direzione opposta, non tutti i cammini conducono a Dio, anche il peccato è frutto di un cammino che ha una meta ben precisa. More...

mar
28
2013

Una Veglia nella notte

   Quello che stiamo vivendo è un giorno straordinario, da duemila anni il Giovedì santo evoca il dono d’amore più grande che l’umanità abbia mai ricevuto, Dio dona la sua Vita per ogni persona. Ciascuno da quel primo “giovedì” potrà dire: si è donato per me!
           È giorno di gratitudine ma in primo luogo questo atteggiamento lo si apprende da Gesù, quell’ultima cena è un Rendimento di grazie appunto, rendere grazie al Padre per il dono della vita e, di conseguenza, consegna di questa vita: questo è il mio Corpo offerto in sacrificio per Voi. La gratitudine diventa sovrabbondanza, dono per l’altro.More...

About the author

Something about the author

Month List

RecentComments

Comment RSS

RecentPosts

Calendar

<<  novembre 2017  >>
lumamegivesado
303112345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930123
45678910

View posts in large calendar